Disciplina del PTCP

Art. 54 Le invarianti strutturali relative alla risorsa Acqua

Costituiscono invarianti strutturali del sistema acquedottistico livornese i seguenti impianti, connessi siti di emungimento e sorgenti:

Acquedotto di Livorno

Acquedotto di Colognole e sorgenti

Acquedotto industriale di Livorno

Acquedotto di Rosignano Marittimo e Vada

Aquedotto di Cecina

Acquedotto di Castagneto Carducci

Acquedotto di Bibbona

Acquedotto di Campiglia Marittima

Acquedotto di Piombino

Acquedotto di San Vincenzo

Acquedotto di Sassetta

Acquedotto di Suvereto

Impianto anello di Campiglia

Acquedotto sottomarino per l'isola d'Elba

Gli acquedotti comprensoriali comprese le eventuali opere di captazione

I corsi d'acqua elencati nel documento dello Statuto

La regolamentazione delle reti acquedottistiche e i connessi impianti di emungimento e sorgenti è soggetta ad una specifica disciplina provinciale e di settore finalizzata alla salvaguardia e alla qualità. Dal punto di vista che compete al PTC è fondamentale che sia garantita l'erogazione mediante una rete sempre più efficiente con l'obiettivo strutturale del contenimento della dispersione, tale da garantire entro il 15% la differenza tra volume emunto e quello erogato/fatturato e l'obiettivo della minor perdita del volume dei reflui confluenti agli impianti di depurazione e trattamento".