Disciplina del PTCP

Art. 1 Fonti normative.

Indice |  Precedente  |  Successivo

La presente disciplina, redatta ai sensi e in applicazione del D. Lgs n. 267/2000 e della legge regionale n. 1 del 3 gennaio 2005 "Norme per il governo del territorio", qualifica il Piano Territoriale di Coordinamento (PTC) della Provincia di Livorno come strumento della pianificazione territoriale.

L'art. 7 della L.R. 1/2005 stabilisce che la Provincia, con l'approvazione del PTC e degli atti di governo del territorio di propria competenza determina i "livelli prestazionali minimi delle risorse essenziali di interesse sovracomunale, promuovendo lo sviluppo sostenibile del territorio di propria competenza, anche attraverso l'esercizio integrato delle funzioni ad esse attribuite in materia di gestione territoriale e ambientale. Provvede inoltre al coordinamento delle politiche territoriali della Regione con gli strumenti della pianificazione comunale".

Gli obiettivi, gli indirizzi, i criteri e le direttive, nonché le salvaguardie disposte dalla presente disciplina a norma dell'art. 51 della citata legge regionale sono parte integrante della normazione complessiva che presiede al governo del territorio della provincia di Livorno e di quella che è, comunque, rilevante a tal fine.

Di detto ordinamento questa disciplina presuppone le norme specifiche, anche se non esplicitamente richiamate, quali che ne siano le fonti, le materie e gli ambiti di applicazione. Ciò, in particolare, per quanto attiene alle disposizioni regionali e nazionali in materia di rifiuti, di inquinamento atmosferico, di pericolosità idraulica e idrogeologica, di siti inquinati, di sismicità, di aree a rischio di incidenti rilevanti, di cave e torbiere, di energia, di sviluppo rurale, di risorse idriche, di erosione costiera, di aree protette locali, provinciali, regionali e nazionali, di territori costieri e aree marine, di bacini idrografici e sottosuolo.

Il PTC è riconosciuto dall'art 14 della L.R. 49/1999 "norme in materia di programmazione regionale" come atto di rilevanza per la programmazione regionale.

Indice |  Precedente  |  Successivo