Disciplina del PTCP

Art. 24 Ambito e caratteri del Sottosistema

Il Sottosistema è costituito dal territorio ricompreso nei seguenti ambiti di paesaggio appartenenti al sistema provinciale di paesaggio della pianura dell'Arno e delle colline livornesi ed al Sistema della pianura del Cecina e delle colline centrali:

  • - Paesaggio pedecollinare del versante occidentale delle colline livornesi (Pian di Rota, Montenero, Torre Boccale) (AdP 2)
  • - Paesaggio pedecollinare del versante orientale delle colline livornesi (Castell'Anselmo, Colognole, Torrente Savalano) (AdP 4)
  • - Paesaggio delle colline livornesi a dominante forestale (Poggio Corbolone, ValleBenedetta, Castellaccio, Calafuria) (AdP 5)
  • - Paesaggio collinare con articolato mosaico forestale (Fortullino, Nibbiaia, Castelnuovo Misericordia, Gabbro) (AdP 6)
  • - Paesaggio pedecollinare a dominante agricola estensiva (Savalano, Campiano, Le Melette) (AdP 7)
  • - Paesaggio collinare con articolato mosaico agrario (Rosignano Marittimo, Poggetti) (AdP 8)

Il sottosistema territoriale delle colline settentrionali, è caratterizzato da forme di agricoltura residuale con forme di "urbanizzazione agricola" che denotano un'attività legata all'uso del tempo libero sul versante occidentale ai margini della città di Livorno, e in parte significativa di quella faunistico/venatoria sugli altri versanti, in relazione alla grande estensione delle macchie e dei boschi.

È connotato da numerosi piccoli centri collinari funzionalmente caratterizzati da qualità e livelli dotazionali minimi propri degli insediamenti sparsi. Assume particolare valore il parco delle colline livornesi, carico di risorse naturali e paesaggistiche, con una grande funzionalità per il tempo libero.

Art. 24.1 Il Sottosistema territoriale delle colline settentrionali: obiettivi

Valorizzazione del manufatto storico Acquedotto di Colognole quale laboratorio di ricerca tra manufatto antico e contesto naturalistico di notevole valenza percettiva paesistica. Sviluppo delle attività fruitive del parco mediante l'organizzazione di un sistema di accessi in modo da integrare la fruizione del parco con lo sviluppo di servizi al contorno.